“… Conosco dei sogni che vanno in gruppo a sfidare le intemperie, e non hanno timore di affondare. Hanno graffi e cicatrici dappertutto, ma traboccano di sorrisi e continuano a camminare. Non inseguono il successo, ricercano il valore. Hanno nel cuore più di quanto abbiano nelle tasche, e gettano nel presente più di quanto stringano nelle mani…

Sono stato sconfitto insieme ai miei sogni. Che non si danno per vinti, che vogliono battersi ancora. E se perderemo, ci solleveremo di nuovo. A oltranza. Questo significa essere invincibili…”        – RaffaPa

 

Sognare con Erit significa partecipare alla realizzazione della “Cartografia dei Sogni”.

L’invito si rivolge a tutti gli utenti della lingua dei sogni. Lo spazio Erit accoglie sogni individuali o collettivi a tema libero di persone maggiorenni. Gli elaborati vanno inviati all’indirizzo di posta elettronica info@eritart.com/clone  

Chiedere ai sogni di cambiare il mondo è insensato, esigere che essi modifichino il nostro sguardo sul mondo è indispensabile