Il Sogno del giorno: 28 Luglio 2021

Quando si accetta di buon grado l’idea che licenziare cinquanta persone sia meglio che licenziarne cento, capita che  lo sfruttatore venga rispettato, mentre chi rifiuta (come me) di farsi sfruttare venga condannato… Nel momento in cui questo accade, l’impossibile sbarra tutte le vie del possibile, tanto da far sembrare le idee più stolte come le più ragionevoli. Così va a finire che, le cose abiette finiscono per apparire assolutamente normali. E la demenza di questo meccanismo trasforma ogni ingiustizia in un’impresa razionale. L’aria, per Erit, è diventata talmente irrespirabile che è giunta l’ora di saltare. Le chiavi del presente sono contenute in un altro presente. E se è futile ricordare che un’umanità che giustifica questo proclama la propria fine, può tornare utile ribadire che, non sono gli umani che governano i sogni, ma sono i sogni a governare gli umani…

Il tuo contributo è fondamentale. Accogli questa parola. Sorveglia la dignità umana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *