Il Sogno del giorno: 27 Maggio 2021

… Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno fino a diventarne parte e non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e che cosa, in mezzo all’inferno, non-è-inferno e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino, Le Città Invisibili. Là è la grande città. L’universo dell’essere, a fianco di altri esseri. Sorelle e fratelli nello spazio formato per l’infinito. Nato prima del denaro, prima dello specchio. Il mio volto, non ha alcun riflesso, se non quello di non averlo. Il mio volto è la rosa dei venti. Non il vento, bensì la corrente. Non la rotazione, bensì l’orbita. Nella sua traiettoria ruota il mio corpo. Come per danza attorno a un punto altrimenti in moto. La mia parola è forza volontaria che si dichiara colpevole. Mi dichiaro colpevole. Di sognare ad alto volume. E credere in un altro tempo. Di voler penetrare nel visibile agire. Per poter stringere tra le braccia la vita.  Mi dichiaro colpevole. Davanti alla parola, ti do la mia parola… (continua)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *