7 Aprile 2021

7 Aprile 2021  Ugualmente in castelli di sabbia ordita trama fluida e gommosa. Tana signorile di ordinata consuetudine. Fortificata dal cambiamento fa tendenza. Mentre docili spettatori battono le mani, il ragno cattura le sue prede. Il ragno? Non capisco. Il ragno?  La normalità ci controlla. Senza divorarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *