Il Sogno del giorno: 25 Luglio 2023

Non so se sono infelice perché non sono libero o se non sono libero perché sono infelice…

In apertura, un saluto a Marc Augé. Nella mia “antropologia del quotidiano” i grandi ipermercati, gli enormi centri commerciali, i megastore meritano un’occhiata di rispetto: hanno fatto sì che in pochi anni i negozianti al dettaglio andassero in rovina…

Le grandi multinazionali sono le basi neofasciste del prossimo futuro. Uno sfizio che lo sciame di clienti-consumatori si può concedere: acquistare liberamente a prezzi scontati, possibilmente senza farsi vedere da nessuno…

I pensieri sono spazi che sono stati umiliati. Sarebbe delizioso che fossero espressioni del vivere civile, di un progetto, e memoria storica di un’idea…

In chiusura, quanto alla Realtà Tutte Chiacchiere oggi può attendere. Se la guardo prendo appunti, e magari li rimando a domani…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *